Archive for the ‘orientamento’ Category

La natura nel cerchio

Nei mesi scorsi, passo dopo passo abbiamo realizzato la carta topografica dei boschi a due passi dalla nostra scuola.
Una scommessa che si è rivelata una risorsa.
A novembre , bambine e bambini di sei anni si orientavano giá sulla carta e sapevano orientarla rispetto alla realtá.
A febbraio tutte le localitá ed i percorsi si sono dimostrati in scala ed in posizione incredibilmente corretta.
Adesso è il momento di alzare l’asticella.Abbiamo fotocopiato a vari fattori di ingrandimento alcune porzioni di mappa, ritagliandole poi come se si trattasse di carte da gioco. In questo modo, ogni carta presentava una ridottissima porzione di territorio con pochissimi toponimi.

Prima fase:
-A coppie, i bambini estraggono una carta sulla quale io evidenzio con una X il punto.
-Orientare carta grande rispetto alla realtá
-Ritrovare sulla carta la porzione mostrata dalla porzione ingrandita
-Recarsi a coppie nel punto definito dalla X portando con sé un cerchio della palestra
-osservare per mezz’ora la natura contenuta nel cerchio
-elencare sul quadernino tutte le specie vegetali ed animali diverse , mettendo una crocetta ogni volta che se ne osserva una (5 formiche, 2 ranuncoli,1 porcellino di terra, “mille” denti di leone…)
Al termine , raccontare la storia descrivendo oralmente ai compagni quello che si è osservato.
Competenze messe in campo:Orientamento, cooperazione, osservazione, agilitá e coordinazione, capacitá analitiche di catalogazione, numerazione, educazione ambientale, sintesi narrativa …
Discipline interconnesse: scienze, geografia, matematica, storia, italiano, ed motoria.
Prima elementare , progetto Bimbisvegli, scuola pubblica elementare dei colori e dei sorrisi di Serravalle d’Asti

La scuola del sorriso – spunti e riflessoni

Protetto: siamo bimbisvegli di “fegato”

Inserisci la tua password per visualizzare i commenti.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Bimbisvegli a Roma

Pronti a  partire?

Ecco alcuni spunti per mettervi sul gusto e  prepararvi a dovere!!!!

 

http://youtu.be/qM62vsLEQNw

http://www.scudit.net/mdvacanzeforo.htm

Occhio all’ordine dei filmati

prima  c’è questo, 1/1, successivamente  vanno in ordine inverso, cioè  partite  dal fondo  guardate il 2/10… 3/10…. 4/10 ecc ecc

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=u_MBWQEuKuo&w=560&h=315]

Andar per boschi

                         

Andai nei boschi per vivere con saggezza,

vivere con profondità

e succhiare tutto il midollo della vita,

per sconfiggere tutto ciò che non era vita

e non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto.

Henry David Thoreau, da “Walden, ovvero La vita nei boschi”

[slideshow]

UNA MERAVIGLIOSA GIORNATA

Al papà di Fabio è venuta una idea quando è stato interpellato dai maestri su dove si poteva fare una gita. Lui ha detto che ha una casa in campagna e si poteva andare li.

Quindi, il 30 maggio siamo andati alla antica Cascina Savoia.

I maestri ci hanno raccontato una storia sui Cretesi e ci hanno detto che avremmo fatto delle prove in cui rientravano le materie scolastiche e le cose imparate durante l’anno scolastico.

Subito ci hanno detto di trovare un posto per fare il nostro rifugio e hanno visto che qualcuno voleva lo stesso posto e questo ci ha fatto ricordare che senza arrabbiarsi e discutendo si trova la soluzione pacifica del problema.

Poi dovevamo fare degli oggetti e ci siamo organizati con il materiale che avevamo a disposizione, cioè erba, sassi, terra bagnata,foglie & altri oggetti naturali.

Per poter scambiare e commerciare con i gruppi abbiamo dovuto saperci orientare con le voci perché eravamo abbastanza lontani e nascosti dagli altri. Con scambi e la collaborazione di tutti siamo riusciti a fare molti oggetti da commerciare. Abbiamo fatto molte prove, la maggior parte di motoria, una di geografia: disegnare una pianta della classe, una di storia, dire chi erano i Cretesi e una di inglese, decifrare l’alfabeto morse e tradurlo dall’inglese all’italiano, siamo dovuti stare molto attenti & concentrati se no scrivevamo o disegnavamo sbagliato.

E’ andato tutto molto bene anche se avremmo preferito stare un po’ di più tipo due giorni. A noi è piaciuto stare in mezzo alla natura e anche imparare divertedoci. VORREMMO RIFARLA!!!!!!

Il matematico & il leone

Una fantastica gita in campagna

Ieri,lunedì30 maggio siamo andati in gita in campagna a casa di un nostro compagno e da quella che doveva essere un’ esperienza di gioco siamo riusciti a trarre varie occasioni di educazione: organizzazione delle risorse ,interscambio,rispetto ,attenzione e concentrazione,manualità,orientamento e condivisione.

I maestri ci hanno fatto affrontare prove educative e manuali del tipo : sbucciare l’aglio, tradurre il codice morse ,prove di equilibrio come tenere un tappo di bottiglia su un cucchiaio o su uno spaghetto crudo.

La prova più grande è stata immedesimarci nei cretesi e commerciare utensili fatti con le risorse trovate .

Poi siamo andati ad un laghetto ed era mollto pericoloso perchè l’ acqua era melmosa e profonda ma noi ci siamo tenuti a distanza di sicurezza così abbiamo imparato a valutare i pericoli.

Nella prova dei cretesi abbiamo creato utensili molto “originali”; barbecue di legno, archi, vasi di argilla, bastoni con figure d’ argilla, rami portafortuna, corone, braccialetti, collane…

Poi siamo andati a mangiare e c’ erano gustosi succhi di frutta!

Abbiamo acceso un falò sul quale abbiamo cotto il pane per fare la bruschetta e abbiamo anche sparecchiato!

Dopo abbiamo giocato e ci siamo divertiti un sacco, mentre la nonna del nostro compagno preparava la torta.

E’ stata una gita molto divertente e speriamo di farne un’ altra di questo genere!!!!

AUTORI:

PICCOLO DRAGO! & MATTY!

UN’ESPERIENZA A CASA DI FABIO.

Lunedì 30 maggio siamo andati a casa di Fabio. Quando abbiamo preso lo scuolabus siamo partiti e il viaggio all’andata era lungo. Appena arrivati ci siamo calmati un attimo e successivamente i maestri ci hanno chiamato per fare un attività molto creativa. l’attività consisteva nel creare dei gruppi, trovare un rifugio dove ci sono risorse, costruire oggetti, commerciare e andare dai maestri a darli le cose che abbiamo costruito. E iniziata l ‘attività. Tutti i gruppi hanno il territorio con risorse potenzialità . All’inizio hanno litigato ma pacificamente si è risolto tutto. Tutti stanno cooperando e si scambiano le cose. Dopo siamo andati a mangiare. Dopo mangiato i maestri ci hanno lasciato un po’ di tempo libero. Questa attività ci ha fatto mettere in pratica, condivisione, orientamento, manualità, rispetto, attenzione e concentrazione e cooperazione. Dopo è arrivato lo scuolabus e siamo ritornati a scuola. Secondo noi bisognerebbe stare di più, cioè più tempo, e ci è piaciuta l’attività che abbiamo fatto e avremmo voluto che l’attività fosse durata di più.

AUTORI:

Simone

& Mirko

un’ esperienza in campagna

.

Lunedì 30 maggio 2011 siamo andati i campagna da un nostro compagno di classe, dalla mattina fino al pomeriggio.

Siamo arrivati verso le 9.00 e abbiamo subito giocato a pallone.

I maestri hanno deciso di farci fare delle attività educative con la trama dei cretesi: ci siamo divisi in 4 popoli indipendenti e abbiamo iniziato a cercare un posto dove insediarsi.

Vogliamo far notare che quella che doveva essere una giornata di gioco si è tramutata in una attività scolastica molto forte.Abbiamo aggirato il laghetto e abbiamo imparato a conoscere gli animali e i loro suoni.

Una volta trovato il posto abbiamo iniziato a costruire utensili & oggetti fatti con risorse trovate nel nostro rifugio eccone alcuni:spazzini, lampade,

acchiappasogni…

Abbiamo iniziato a comerciare i nostri oggetti poi i maestri e alcuni genitori hanno iniziato a sottoporci a delle prove: sbucciare l’aglio, tradurre l’ alfabeto Morse…

Abbiamo acceso il fuoco con la legna, la paglia per poi fare la brace per la bruschetta il tutto per farci imparare.Quando sono arrivati ttti i popoli abbiamo pranzato.Abbiamo mangiato i nostri panini, dopo la bruschetta.

Il maestro ci ha detto di sparecchiare il tavolo e abbiamo diviso la plastica dall’indifferenziata, dopo alcuni hanno raccolto le ciliegie e gli altri

hanno giocato.

Vorremmo farla più lunga, magari dormire in tenda due o tre notti!!!!!!!

AUTORI:

LA SUOCERA

L’ARCHITETTO !!!!