Archive for marzo, 2016

un film bellissimo

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/n-pTksm7ma4?list=PLo8XmyyfwMLBRUVI4ch5Ymhs_SqOHY7sK” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Indietro nel tempo, l’ Egitto in classe: mummifichiamo tre pesci

 

1450744_10208623905899891_7745229197396081358_nIn storia stiamo studiando gli Egizi e in scienze le caratteristiche di pesci mammiferi molluschi ecc ecc.
Compito: chi se la sente deve farsi insegnare da un genitore ad eviscerare un pesce estraendo gli organi.
Questa abilità servirà nei prossimi giorni per una attività che faremo in classe: la ripetizione del rito di mummificazione dei defunti secondo Il gruppo che riuscirà a “non far puzzare il pesce” sarà ufficialmente elevato a rango sacerdotale!!
Estratti gli organi li osserveremo anche al microscopio per comprenderne un po’ la morfologia.
Poi le interiora saranno essicate nel natron che realizzeremo ricercandone la composizione chimica e inseriti nei vasi canopi.
Le tre salme di faraoni … si tratta di tre pesci “Bugo” saranno profumate salate e ricoperte con il natron.
infine bendate con bende di lino ed amuleti.
Vediamo come va a finire!!!!

pesciCi siamo divisi in sei gruppi  da cinque\sei bambini.

Giampiero ha un libro in inglese sugli Egizi,ci ha dato delle fotocopie e noi le abbiamo tradotte.

Appena è entrata Lina,il maestro ci ha consegnato un pesce per ogni gruppo;noi l’abbiamo aperto e gli abbiamo tolto gli organi.

10300442_10208623904019844_5207206189062021372_n10492131_10208623906379903_1144114968727914617_n

1929351_10208623905419879_5920551825633924109_n12294689_10208846848393314_5588488632242668958_n

 

 

 

 

Dopo 70 giorni immersi nel natron (ricreato miscelando sale e bicarbonato) riempiti di spezie (ginepro, chiodi di garofano, pepe cannella e rosmarino) ed unguenti (olio canforato) i pesci sono completamente disidratati.
Le tre equipe di mummificazione procedono a scrivere invocazioni benefiche sul libro dei morti e si procede a imbottire con paglia la cavità dei tre pesci, non senza profumare ancora una volta con incensi e nuove spezie fresche.

Un amuleto di vetro blu provvede a chiudere la bocca.
Domani il bendaggio e la resina tura per sigillare le tre preziose mummie.

13339539_10209281283653924_7681365932661354167_n 13342978_10209281286533996_5936582702730023046_n 13320013_10209281285693975_5659488336810979502_n 13319892_10209281286013983_1579412949402927358_n 12801542_10208846849353338_2801982151396070041_n 12376621_10208846847993304_6608454624524403321_n

Siamo quasi al termine dell’esperimento.
Dopo aver imbottito le cavità addominali dei nostri pesci con paglia e spezie ed inserito amuleti nelle loro bocche, procediamo al bendaggio ed alla resinatura che le preserverá per i “secoli a venire”.

13335917_10209333023267382_227959553677857492_n 13336059_10209333024027401_7020414710148743938_n 13330905_10209333024387410_8166666125056284121_n 13331100_10209333024907423_6687083863107555549_n 13413644_10209333025707443_2510298484379228859_n 13335981_10209333025947449_9107681185505593814_n 13319892_10209333026467462_47052511914973771_n 13407318_10209333026747469_3273446884547811861_n 13327545_10209333027427486_4679622769577329599_n 13346966_10209333027827496_2710108644317593281_n 13325442_10209333028227506_3573778817813191469_n